Le tappe 2016 "raccontate" in un video…

Proseguono a gonfie vele le iscrizioni al Rally di Romagna "Gyproc Saint Gobain", la rassegna di mountain bike in programma dall'1 al 5 giugno 2016 a Riolo Terme, incantevole paesino delle colline faentine che, per cinque giorni, diventerà la capitale italiana delle ruote grasse.

Rispetto alle sei precedenti edizioni, in pochi giorni, sono stati già prenotati oltre un centinaio di pettorali, segno che il trend di crescita registrato negli ultimi anni proseguirà anche per l'edizione 2016: "In effetti - spiega Davide De Palma, uno degli organizzatori della grande kermesse riolese - l'interesse attorno al Rally di Romagna cresce di anno in anno. Il boom delle iscrizioni è un dato molto importante perché dimostra che la manifestazione, che lo ricordo ha ormai una sua consolidata dimensione internazionale, sta raggiungendo un numero sempre maggiore di appassionati".

Intanto è stata diramata la data della presentazione ufficiale della settima edizione del Rally di Romagna, che si svolgerà il 16 aprile nel parco del Grand Hotel Terme di Riolo, come sempre alla presenza delle autorità politiche e civili del territorio, oltre agli operatori dell'informazione.

Nel frattempo, sulla pagina facebook dell'evento, sono state pubblicate le cartografie con le relative altimetrie di tutte e cinque le frazioni del Rally di Romagna. All'interno del social - oltre ai promo video di tutte le tappe - è visibile inoltre uno spettacolare filmato che riprende da un'auto il tragitto all'interno delle cave di gesso, il vero "valore aggiunto" di una rassegna anche per questo inimitabile.

Si arricchisce inoltre il Bike Village della manifestazione, che quest'anno ospiterà anche il birrificio San Gabriel di Treviso che, in un clima da Oktoberfest, servirà bionde venete a tutti i partecipanti.

Definito infine anche il servizio di meccanico ufficiale affidato al Ranesi Bike Center.

Per il resto immutati i principi della manifestazione che, oltre all'aspetto agonistico, intende promuovere anche i valori della eco-sostenibilità e del rispetto dell'ambiente, come conferma anche la partecipazione di Hera, la multi-utility romagnola sempre sensibile ai temi ecologici che ha scelto proprio la Gran Fondo della Vena del Gesso per diffondere i suoi messaggi sul risparmio e sulla tutela dell'eco-sistema.